Il 22 di settembre 2009, Adobe ha reso disponibile la prima versione beta (per il test) di Lightroom 3, il noto software di gestione e sviluppo immagini anche RAW.

Diamo uno sguardo alle novità di questa anteprima.

Le buone notizie

Modulo Libreria

  • è stata rifatta l'interfaccia del modulo di importazione delle foto con una disposizione un po' più intuitiva (non grandi modifiche) e con la possibilità di definire delle impostazioni (preset) da riutilizzare tra le sessioni (e questa è una buona aggiunta);
  • una nuova struttura interna del catalogo che consente di gestire meglio un grande numero di foto - i dettagli però di questo non sono ancora stati resi noti;
  • aggiunta l'integrazione con siti di condivisione foto come Flickr con la possibilità anche di acquisire i commenti fatti alle proprie foto sul sito e rispondere direttamente da Lightroom.
  • il blocco sul filtro: finalmente, se si vuole navigare all'interno di varie cartelle e si vuole mantenere attivo lo stesso filtro, ora si può, basta bloccare il filtro. Inoltre i filtri non sono più persistenti, ossia quando si torna ad una cartella su cui prima si era impostato un filtro ma poi, andando su altre cartelle, il filtro era stato tolto, il filtro non è più attivo, come invece era in Lightroom 2.

Modulo di Sviluppo

  • un nuovo motore di sviluppo RAW, che dovrebbe fornire più dettagli e migliorare la rimozione del rumore cromatico - questa mossa è probabilmente stata fatta per far fronte alla concorrenza di DxO che fornisce nel suo software un'ottima riduzione del rumore ad alti ISO applicando speciali trattamenti nella fase iniziale della lettura di un'immagine RAW;
  • un nuovo effotto sgranato per applicare alle foto digitali un aspetto simile alla pellicola;
  • miglioramenti nell'effetto di vignettatura dopo il ritaglio con una nuova regolazione sul contrasto.
  • ora la vista di lavoro dell'applicazione include il pannello delle Collezioni/Raccolte, molto utile per raggruppare le immagini senza dover tornare al modulo di galleria.

Moduli di Slideshow/Export e Stampa

  • una nuova modalità di esportazione con musica incorporata;
  • l'impostazione molto flessibile del layout di stampa, dove si possono liberamente posizionare foto, numeri di immagini/pagina, ecc;
  • supporto al watermark (finalmente!) -marchio in sovraimpressione ad esempio a scopo di copyright- e un semplice editor di watermark.

Le brutte notizie - ma è ancora una beta...

  • richieste più risorse hardware per far girare il programma: raccomandati 2 GB di RAM anche se dovrebbe riuscire a supportare 1 GB... Lightroom purtroppo non è mai stato un programma snello e veloce e non c'è confronto con i miglioramenti prestazionali di Photoshop CS4;
  • mancano ancora parecchie funzionalità richieste dagli utilizzatori, secondo me le più importanti sono le seguenti:
    • supporto ai file video;
    • correzione delle distorsioni degli obiettivi;
    • correzione della prospettiva;
    • auto-importazione ricorsive sulle cartelle (Lightroom importa da una singola cartella);
    • migliore gestione del raggrupamento di foto (cosiddetto stacking quando si mettono insieme più versioni di una stessa foto), ad esempio non si può fare stacking se le foto stanno in cartelle diverse.

 

Aggiungi commento
  • Nessun commento trovato