Ads
Ads
Ads

Recensioni e brevi panoramiche su macchine fotografiche di livello intermedio/alto, software ed altro in campo fotografico.

In questa recensione andremo a confrontare in modo dettagliato le caratteristiche di due obiettivi abbastanza simili per Sony mirrorless APS-C (quindi attacco di tipo E): il Sony 50 mm f1.8 OSS e il Sigma 60 mm f2.8 DN (serie Art).

Sono obiettivi a fuoco fisso (cosiddetti "primi", non zoom) utilizzabili da macchine tipo A5100, A6000, A6300, serie NEX che, avendo un sensore con fattore 1.5 rispetto alle "full frame" (formato 35 mm, la dimensione delle vecchie pellicole), fanno sì che la lunghezza focale equivalente sia di 75 mm per il Sony e di 90 mm per il Sigma. Sono due teleobiettivi medi adatti per ritratto data la grande apertura massima di diaframma (f1.8 e f2.8) che consente begli sfondi sfuocati.

Il Sigma è disponibile anche per macchine formato 4/3 (es. le piccole mirrorless Olympus, Panasonic ad obiettivi intercambiabili).

Analizziamo quindi i diversi aspetti su fotocamera Sony (A6300 in particolare).

Ieri Canon ha annunciato la nuova reflex di punta: la full-frame EOS-1D X Mark II, meno di un mese dopo l'annuncio di Nikon della sua nuova full-frame di punta, la D5 - si può vedere il nostro articolo qui.

Vediamo nel dettaglio le principali differenze con alcuni confronti tra la nuova Canon 1D X Mark II e la nuova Nikon D5 (etichetta Canon / Nikon quando vince una delle due).

In questa recensione, analizzeremo in profondità la versione 4.0 di Adobe Lightroom, noto software di sviluppo e gestione delle immagini, soprattutto RAW. Questa è una delle recensioni più complete disponibili sul Web e può anche essere utile come guida alle nuove funzionalità. Non parleremo solo del supporto a nuove fotocamere che è aggiunto ad ogni aggiornamento e la lista completa è disponibile sul sito Adobe.

Iniziamo!

Canon ha annunciato una nuova reflex digitale di livello base: la EOS 550D, chiamata anche Rebel T2i negli Stati Uniti. E' un'evoluzione della 500D.

Vediamo le principali novità con i nostri commenti nello stile degli articoli LightPoint:

  • registrazione video full HD (1920x1080 progressivi, ossia senza l'effetto "interlacciato" della televisione) con controllo manuale completo dell'esposizione. A questa risoluzione, il numero di fotogrammi al secondo può essere 30, 25 o 24 al secondo mentre per averne 50 o 60 bisogna ridurre la risoluzione. Un aspetto interessante: è presente una modalità ad inquadratura ridotta con cui si registra la parte centrale dell'immagino sul sensore CMOS senza interpolazione con risoluzione VGA (640x480 pixel): dato che è una sorta di super ritaglio di un fattore circa 7, è come avere una focale di 7 volte più lunga... da provare Wink.
  • una presa per microfono esterno - utile per registrare l'audio in modo un po' più "professionale".
  • un nuovo esposimetro a 63 punti iFCL, che era stato introdotto con la macchina di più alto livello EOS 7D (invece di quello classico Canon a 35 zone);
  • un nuovo sensore CMOS con 17.92 megapixel, sempre di formato APS-C ossia non pieno formato -il 35 mm delle macchine a pellicola-. Il numero maggiore di pixel ha ovviamente un effetto negativo sulla raffica: 34 scatti contro i 170 nella 500D per i JPG e 6 contro 9 per i RAW.
  • un display LCD più grande con 1040 pixel e un rapporto larghezza/lunghezza di 3:2 che meglio si confà alla rappresentazioni delle immagini;
  • una gamma più ampia di correzione dell'esposizione e per l'esposizione a forcella: fino a +/- 5 EV, finalmente... Canon per anni è rimasta a solo +/- 2 EV.
  • altri miglioramenti minori quali i seguenti:
    • un nuovo disegno dei bottoni;
    • selezionabile un valore minimo di ISO nella modalità "Auto ISO";
    • una semplice funzionalità di ritaglio video con passo minimo di 1 secondo (quindi non si possono fare ritagli precisi...);
    • una nuova batteria che dovrebbe sostenere fino a 550 scatti. E' probabile una politica commerciale... ma quasi un nuovo modello di batteria per ogni nuovo modello di fotocamera non è una grande mossa dal punto di vista degli acquirenti, soprattutto per chi fotografa per mestiere e quindi si trova ad avere molte batterie da buttare via se cambia apparecchio...

Come supporto di memorizzazione, si possono usare schede SD/SDHC e SDXC.

Il peso della fotocamera è di 530 grammi, 50 in più della 500D ma quasi 300 gr meno della sorella maggiore quasi professionale 7D.

Considerati tutti questi aggiornamenti, siamo curiosi di vedere come Canon possa posizionare una 60D di cui si dice che dovrebbe essere annunciata a breve, posizionandola tra la 550D e la 7D. In sintesi la 7D in più rispetto alla 550D ha una raffica migliore, un migliore sistema di messa a fuoco compreso anche la microregolazione (per tener conto di piccole "starature" degli obiettivi): caratteristiche importanti ma non lasciano tantissimo spazio da colmare rispetto alla 550D. Vedremo.

La disponibilità alla vendita della 550D dovrebbe iniziare da marzo 2010 con un prezzo iniziale intorno agli 800 euro, interessante date le caratteristiche anche avanzate.

Il manuale utente in italiano può essere scaricato al seguente link.

Il 22 di settembre 2009, Adobe ha reso disponibile la prima versione beta (per il test) di Lightroom 3, il noto software di gestione e sviluppo immagini anche RAW.

Diamo uno sguardo alle novità di questa anteprima.

Le buone notizie

Modulo Libreria

  • è stata rifatta l'interfaccia del modulo di importazione delle foto con una disposizione un po' più intuitiva (non grandi modifiche) e con la possibilità di definire delle impostazioni (preset) da riutilizzare tra le sessioni (e questa è una buona aggiunta);
  • una nuova struttura interna del catalogo che consente di gestire meglio un grande numero di foto - i dettagli però di questo non sono ancora stati resi noti;

Il 21 luglio è stato rilasciato Raw Therapee v2.4.

Raw Therapee (www.rawtherapee.com) è un ottimo software gratuito (sono apprezzate le offerte per sostenere il progetto) per lo sviluppo di immagini RAW.

Le versioni 2.x rappresentano un importante evoluzione rispetto alle 1.x in termini di usabilità e funzioni, di cui alcune veramente interessanti, ad esempio su come l'immagine originale viene trattata ottenendo in alcune situazioni risultati migliori rispetto agli altri noti convertitori, compreso il famoso Adobe Camera Raw di Adobe (usato anche in Lightroom). Analizziamo insieme.

Vai all'inizio della pagina